La nostra recensione su Reprostal

Ultimo aggiornamento: 30.06.22

 

Tutto quello che devi sapere prima di comprare Reprostal

 

Molti uomini non conoscono bene il proprio corpo nonostante vi siano organi e ghiandole che regolano aspetti estremamente importanti della propria vita. Un esempio è la prostata, che sicuramente non tutti sanno individuare ma è in una zona al di sotto della vescica, ghiandola che regola il liquido prostatico, necessario per il mantenimento degli spermatozoi. Come è facile immaginare dunque, un cattivo funzionamento della prostata può portare a problemi di infertilità ma anche disturbi legati al tratto urinario, di natura sessuale o perineale.

Questi sono riconducibili talvolta a una malattia chiamata prostatite, un’infiammazione della ghiandola prostatica che può colpire gli uomini sotto i 50 anni, di natura batterica. La proliferazione in loco di questi ultimi causa dolori e spasmi ai muscoli perineali ma non sempre i sintomi si manifestano quindi può essere anche silente e farsi sentire a distanza di tempo rendendo molto difficile una diagnosi.

Non va sottovalutata poiché può portare problemi gravi che si riflettono nella vita di tutti i giorni come l’eiaculazione precoce, impotenza e anche infertilità. Nel caso fosse diagnosticata si dovrà procedere con cambio di alimentazione, appositi farmaci ed è consigliata anche un’attività sessuale regolare, per permettere tramite l’eiaculazione di drenare la prostata.

Ovviamente la prostatite può essere prevenuta e l’integratore Reprostal è un prodotto che mira proprio a regolare la funzione della ghiandola per sostenere al meglio il vostro sistema riproduttivo, un aiuto da non farsi mancare soprattutto per chi sta cercando di avere un figlio.

 

I prezzi migliori – Come comprare Reprostal

Reprostal non è un farmaco, pertanto difficilmente riuscirete a reperirlo in farmacia a meno che non lo chiediate espressamente, con il risultato di dover attendere che il farmacista se lo procuri e spendendo probabilmente anche più del dovuto. Anche chi compra online su Amazon potrebbe restare deluso dal momento che l’integratore non è acquistabile sul sito di e-commerce, l’unico modo per ottenerlo a un prezzo basso è affidarsi dunque al sito ufficiale del produttore. 

 

Sulla pagina potrete acquistare una confezione a meno di 40 euro o, spendendo qualcosa in più, due confezioni con una omaggio. Il pagamento può avvenire tramite diverse modalità, per far fronte alle esigenze degli utenti c’è dunque il classico contrassegno, pagando solo alla ricezione del prodotto, oppure le soluzioni più comode che prevedono l’uso di carte di credito, bonifico bancario o anche PayPal. Sistemi sicuri e tracciabili, pertanto non dovrete temere di non veder mai arrivare la merce acquistata, una preoccupazione che, strano a dirsi, colpisce ancora molti utenti che non hanno mai acquistato tramite internet.

 

I benefici di Reprostal

Secondo le numerose opinioni che abbiamo raccolto su forum specializzati e tramite il sito ufficiale del produttore, Reprostal è un integratore dai molteplici effetti benefici. Innanzitutto garantisce un buon funzionamento della prostata, riduce l’insorgenza di disturbi e infezioni delle vie urinarie, aiuta ad avere spermatozoi con elevata motilità migliorando la fertilità e garantisce anche un incremento, seppur minimo, dei livelli di testosterone. I risultati, per chi utilizza il prodotto, potrebbero non essere immediatamente percepibili, tuttavia gli utenti se ne dicono comunque estremamente soddisfatti.

Come funziona Reprostal?

Chi ha problemi alla prostata non dovrebbe vedere in Reprostal una cura e necessiterà comunque di un medico specializzato che possa analizzare al meglio la situazione per procedere opportunamente. Bisogna quindi ricordare che Reprostal è un integratore, non un farmaco e pertanto non può risolvere un problema già presente, ma solo favorire il naturale funzionamento della prostata. 

Spesso sui forum a tema si leggono post di utenti che vorrebbero curare una prostatite con questo prodotto ma in realtà ciò che bisogna fare è prevenire questa condizione e in questo Reprostal è imbattibile poiché sfrutta ingredienti naturali come zinco, selenio, vitamina E ed estratto di mirtillo che aiutano a tenere sotto controllo la prostata, evitando un ingrossamento che con l’età causa una serie di problemi come la frequente minzione sia diurna sia notturna oppure disfunzioni erettili.

 

Posologia

L’assunzione di compresse Reprostal, secondo le indicazioni ufficiali, deve avvenire due volte al giorno. Le pillole possono essere ingerite al mattino e la sera dopo il pasto, avendo cura di non superare la dose giornaliera di due capsule.

Reprostal non può essere considerato un sostituto di una dieta variegata, a cui deve essere naturalmente associato per avere una maggiore efficacia. Per migliori risultati è bene condurre uno stile di vita sano, praticando sport o attività fisica per rendere il proprio organismo un perfetto orologio svizzero.

 

 

Reprostal Ingredienti

La composizione degli integratori come Reprostal è del tutto naturale, non troverete dunque composti che possono arrecare danno o controindicazioni poiché la formula è stata appositamente pensata per essere utilizzabile da tutti gli uomini da 25 a oltre 50 anni. Come indicato nella posologia è comunque sconsigliato superare le due pillole al giorno, vediamo dunque insieme cosa contiene ognuna di esse e perché gli ingredienti si rivelano utili nella cura della prostata.

Lo zinco è un minerale che possiamo trovare ovunque nel nostro organismo come nei globuli bianchi e rossi, nella pelle, nei reni, nei muscoli e persino nella retina degli occhi. Livelli inferiori rispetto a quelli normali possono portare a problemi come depressione, stanchezza cronica e anche riflettersi sulla spermatogenesi stessa. 

Come potrete immaginare quindi lo zinco svolge un ruolo fondamentale anche nel caso della prostata poiché una carenza rischia di farla ingrossare, tenere stabili i livelli serve a combattere i radicali liberi e ridurre quindi l’insorgenza di malattie come il cancro. Trattandosi di un minerale così diffuso aiuterà anche in altri aspetti, regolando il testosterone nell’organismo, per esempio, oppure permettendo un incremento delle funzioni mnemoniche, insomma, un ingrediente completo e multifunzionale.

A seguire troviamo estratto di ortica, pianta comune che secondo i più recenti studi clinici ha una funziona contro l’ipertrofia prostatica e la prostatite, riducendo i sintomi di disturbo legati all’apparato urinario. Nella medicina tradizionale gli infusi di ortica venivano utilizzati per curare diarrea, favorire la minzione e talvolta per trattare punture di insetti molesti mentre spostandoci nel nuovo continente, i nativi americani pensavano fosse d’aiuto durante il parto. Secondo le ricerche compiute, sembra che il suo scopo sia quello di evitare l’aromatizzazione del testosterone che col tempo si tramuta in estrogeni, creando uno scompenso che con l’età può portare all’ingrossamento della prostata.

Restando nell’ambito delle piante abbiamo l’echinacea angustifolia, di origine nordamericana e ampiamente diffusa in Canada e negli Stati Uniti. Generalmente utilizzata per migliorare il funzionamento del sistema immunitario e prevenire malattie batteriche o virali. Ricordiamo infatti che la prostatite, che Reprostal mira a prevenire, è proprio di natura batterica e delle migliori difese potrebbero aiutarvi a far fronte al problema alla radice. 

Non è una pianta priva di controindicazioni, infatti l’echinacea può di fatto inibire alcuni farmaci, soprattutto quelli antitumorali, corticosteroidi, immunosoppressori e con sostanze come la caffeina. Il suo uso non dovrebbe essere preso alla leggera poiché potrebbe causare anche reazioni allergiche in soggetti più sensibili. Le quantità presenti nelle pillole di Reprostal non sono elevate, tuttavia è comunque consigliato affrontare l’argomento con i vostri medici curanti per avere le loro opinioni in merito.

Un’altra pianta spesso utilizzata per problemi alla prostata è la saw palmetto, anche chiamata sabal minor, serenoa o palmetta seghettata. Originaria dell’America del Sud è sfruttata da secoli dalle popolazioni locali per curare infiammazioni alla prostata fungendo anche da afrodisiaco naturale. La sua capacità di trattare l’ipertrofia prostatica viene dalla sua azione antiandrogena, proprio come l’estratto di ortica di poc’anzi, per questo motivo sono due piante spesso utilizzate insieme in integratori come Reprostal.

Uno degli ingredienti più importanti è il selenio, un non metallo che in concentrazioni elevate può essere tossico per l’essere umano ma che nelle giuste quantità aiuta a prevenire la formazione dei radicali liberi. Per chi non avesse mai sentito parlare di queste molecole, specifichiamo che si trovano nel nostro organismo per vari motivi, dal semplice invecchiamento allo stress, raggi ultravioletti o persino abuso di fumo, alcool e farmaci. Aiutare il corpo a gestirli ed evitare i loro effetti dannosi è un aspetto decisivo, per questo i produttori di Reprostal hanno deciso di inserirlo nelle giuste dosi.

Concludiamo la lista della composizione con la vitamina E, anche conosciuta come tocoferolo e presente in una gran quantità di prodotti a scopo di integrazione. La sua funzione primaria è quella di antiossidante e, proprio come il selenio, combatte i radicali liberi aiutando il rinnovo delle cellule del corpo umano. Normalmente è presente in alimenti come semi di girasole, olive, mais, cereali e noci, è molto raro andare incontro a un eccesso di vitamina E ma quando accade si può avere un aumento della pressione sanguigna, un problema di cui tener conto se si soffre per esempio di ipertensione.

Reprostal Effetti collaterali

Chi utilizza Reprostal potrà subito confermare una differenza generale nel periodo prima e dopo l’assunzione, tuttavia ciò non vuol dire che debba essere sfruttato indiscriminatamente. In linea di massima l’integratore non ha effetti collaterali, poiché parliamo comunque di ingredienti naturali e contenuti in minime quantità all’interno delle pillole, tuttavia alcuni soggetti potrebbero presentare delle allergie ad alcuni di essi o un’ipersensibilità. Prima di utilizzare Reprostal, quindi, consigliamo sempre di parlare con il proprio medico di fiducia, e non fidarsi di forum trovati online che, per quanto composti da persone preparate, non considerano il quadro generale del singolo individuo.

 

 

Opinioni

Secondo le recensioni degli utenti che hanno acquistato Reprostal, l’utilità dell’integratore è indiscutibile dal momento che hanno immediatamente notato un calo della necessità di urinare, dicendo addio ai risvegli notturni che interrompono il riposo. Le opinioni sono tutte molto positive e anche il prezzo basso aiuta nel provare Reprostal per la prima volta. I più scettici potranno comunque spendere poco e acquistare un solo flacone per testarne l’efficacia e solo successivamente decidere se continuare il trattamento.

 

 

Domande frequenti

 

Quali sono i sintomi di problemi alla prostata?

Per riconoscere un problema alla prostata come per esempio la prostatite di cui abbiamo ampiamente parlato nell’articolo, bisogna tenere d’occhio il proprio organismo e capire i campanelli d’allarme. I disturbi possono presentarsi in diversi modi, come per esempio sindrome urente al glande, aumento della minzione con sensazione di urgenza, bruciore mentre si urina, sangue all’interno dello sperma o dolore perineale localizzato. Non è detto che uno o più di questi sintomi raccontino un quadro di prostatite, tuttavia qualora dovessero presentarsi il primo passo è quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Quanto costa Reprostal?

L’integratore che abbiamo recensito non è disponibile in farmacia ma può essere acquistato comodamente online tramite il sito ufficiale del produttore, naturalmente a un prezzo basso e accessibile. Le confezioni ordinate vi arriveranno direttamente a casa in un pacco anonimo, senza loghi o altri indicatori, per preservare il vostro diritto alla privacy qualora non vogliate che vicini o altri individui vengano a sapere che utilizzate Reprostal.

 

Dopo quanto vedrò i primi risultati?

Riuscire a percepire differenze tra il periodo prima e dopo l’utilizzo potrebbe non essere semplice a meno che non abbiate sintomi specifici. Per esempio gli utenti che si svegliano spesso per andare in bagno durante la notte potrebbero vedere un miglioramento molto prima rispetto ad altri, ciò non vuol dire però che il prodotto non abbia alcun tipo di effetto poiché la sua natura è principalmente preventiva.

 

Va bene per gli intolleranti al glutine?

Reprostal è un integratore in pillole adatto sia a chi soffre di celiachia, poiché è senza glutine, sia a vegetariani e vegani poiché non contiene alcuna traccia di lattosio. Anche i più preoccupati riguardo all’utilizzo crescente di OGM potranno dormire sonni tranquilli dal momento che l’integratore ne è privo.

 

Quando non assumere Reprostal?

Dal momento che nella preparazione sono presenti alcuni ingredienti non adatti ai più giovani, Reprostal dovrebbe essere assunto da maggiorenni e assolutamente vietato ai minori di 12 anni, donne incinta o che allattano.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

DMCA.com Protection Status